top of page

OCA RIPIENA AL BBQ - Spieghiamo tutti i passaggi



In questa ricetta parleremo di come si cucina una carne prelibata che non si vede spesso al barbecue: l'oca!


L'oca intera, che si trova solitamente tra dicembre e gennaio, è l'ingrediente di ricette tipicamente invernali infatti quella che vi proponiamo è una ricetta che si presta molto bene ai pranzi e alle cene natalizie.


 

INGREDIENTI


  • Oca intera

  • Brodo di gallina


Per il ripieno:

  • Mele

  • Cipolla

  • Succo di limone

  • Timo

  • Maggiorana

  • Sale

  • Pepe bianco


 

PREPARAZIONE


Come per tutti i volatili facciamo un po' di pulizia togliendo le piccole penne che sono rimaste attaccate alla pelle. Noi le togliamo con la fiamma di un cannello facendo delle passate molto veloci, senza soffermarci troppo sulla pelle.



Terminata la pulizia, ci concentriamo sul ripieno.

Per prepararlo prendiamo delle mele che puliamo e tagliamo a pezzi in una ciotola. Nello stesso contenitore aggiungiamo una cipolla tagliuzzata grossolanamente. Infine, uniamo del succo di limone.

Amalgamiamo bene il ripieno così che il succo del limone contrasti l'ossidazione delle mele.


Per quanto riguarda gli aromi utilizziamo le ultime aromatiche dell'orto, dato il periodo invernale.

Sfogliamo del timo e della maggiorana all'interno del ripieno, saliamo e pepiamo a piacere. Non aggiungeremo olio per amalgamare gli ingredienti e dare succosità dato che la carne dell'oca è già abbastanza grassa.

Come ultimo passaggio, prima di farcire la carne, ci limiteremo a macinare altro sale all'interno dell'oca per dare sapidità.



Iniziamo a farcire mettendo tutto il ripieno preparato. Riempiamo fino all'orlo della cavità dell'oca, dovremo raggiungere un buon equilibrio tra il ripieno e la carne per poter servire ad ogni commensale la giusta porzione.

Per finire, ricordiamoci di aggiungere anche i succhi del ripieno rimasti sul fondo della ciotola.


Terminata la farcitura dell'oca, sull'apertura rimarranno dei lembi di pelle in avanzo che dovremo legare.



Per la chiusura prepariamo dello spago e degli stuzzicadenti.

Noi usiamo un sistema di chiusura alternativo, che risulterà anche bello da vedere quando porterete in tavola la preparazione.


Con degli stuzzicadenti infilziamo entrambi i lembi di pelle per tenerli vicini. Dovrete essere delicati e mettere gli stuzzicadenti l'uno vicino all'altro, in maniera equidistante.



Prendiamo poi il classico spago per arrosti e faciamo un nodino sul pimo stuzzicadenti e poi facciamo passare lo spago da un lato all'altro degli stecchini, passando sotto ad ogni punta. Arrivati all'ultimo stuzzicadenti facciamo un giro completo sotto ad emtrambe le punte e torniamo indietro rifacendo nuovamente gli stessi passaggi fatti precedentemente.

Chiudiamo infine con un nodino sul primo stuzzicadenti.



Macinato altro sale anche sull'esterno, leghiamo le cosce, se necessario, per tenerle più compatte.

Siamo pronti per la cottura.


Il barbecue pre riscaldato a 170 - 180 °C deve essere preparato per una cottura indiretta con una vaschetta sotto la griglia: ci servirà per raccogliere i grassi e contenere il brodo di gallina o l'acqua che metteremo. Grazie a questo passaggio creeremo un ambiente umido durante la cottura che ci aiuterà a non far seccare troppo la carne.

Non ci resta che inserire l'oca nel bbq e chiudere il coperchio, aggiungendo dei pellet o delle chips di affumicatura per dare colore e sapere all'oca.


Dopo circa tre ore e mezza di cottura l'oca avrà preso un magnifico colore brunito e, raggiunti i 70°C al cuore, sarà perfettamente cotta.



Non vi resta che servirla a tavola e aspettare il giudizio (sicuramente positivo) dei vostri ospiti!



Comments


bottom of page